Decine di piattaforme tra cui scegliere la nostra piattaforma E-commerce.

Esistono almeno una decina di piattaforme E-commerce di grande successo e almeno una cinquantina di piattaforme E-commerce che possiamo giudicare ben diffuse, come scegliere la giusta piattaforma E-commerce?

Se non è la prima volta che ti approcci alla ricerca della giusta piattaforma E-commerce sai quanto sia difficile sceglierne una o l’altra.

I fattori discriminanti sono variegati e diventano vantaggi o svantaggi in base ai nostri requisiti. Troviamo piccole soluzioni su misura, piattaforme opensource, plugin per blasonati CMS e ovviamente soluzioni Enterprise.

Le opinioni degli esperti del settore possono essere contrastanti, ogni agenzia o software house tenderà a promuovere la piattaforma E-commerce:

  1. che conosce meglio.
  2. con la quale ha raggiunto i migliori risultati.
  3. che sia conosciuta e abbia riscontri.

Per capire meglio il tema lasciamo da parte per un secondo il tema principale, se vuoi leggere quali sono le piattaforme da noi consigliate vai direttamente qui.

E se affittassimo un locale come lo sceglieremmo? Anche la nostra piattaforma E-commerce va analizzata.

La scelta di una piattaforma E-commerce è assimilabile alla scelta di un negozio reale per la propria attività di commercio. Non valutiamo un locale solo in base al nome della via, ma ci affidiamo a molti altri indici, come la vicinanza a mezzi di trasporto, la disponibilità di connettività, la qualità degli impianti, lo spazio, il contesto, la geometria.

Soppesiamo un locale per capire quanto possa andare bene con l’idea di business che ci siamo fatti. Una piattaforma E-commerce può essere giudicata e scelta allo stesso modo.

Le domande che dovremmo porre all’esperto saranno poche e dovranno principalmente coinvolgere elementi centrali del nostro business, come la capacità di interfacciarsi con un particolare gestionale, la facilità di manipolare gli articoli per creare promozioni, gestire il magazzino, cambiare le immagini dei prodotti.

A domanda risposta. Approfondite le vostre esigenze.

Fare qualche domanda per approfondire le funzionalità ci aiuterà a capire come sarà il nostro day-by-day lavorativo, quali difficoltà incontreremo con i nostri clienti e come gestirle.

Attualizzando e proiettando il proprio business online al futuro sarà poi importante capire come aggiornare i contenuti di contorno, come homepage, pagine del sito e blog, attraverso le quali veicoleremo il nostro valore aggiunto, magari con qualche video e testo di qualità.

In poche parole, tornando al tema principale, impariamo ad analizzare un piattaforma E-commerce non solo attraverso il nome o l’esperienza di altri, ma attraverso le nostre esigenze e a come vogliamo lavorarci noi con il nostro business.

WebSphere Commerce

WebSphere di IBM è una delle piattaforme E-commerce maggiormente considerate a livello enterprise. WebSphere offre diversi prodotti: WebSphere Commerce Enterprise, WebSphere Commerce Professional, WebSphere Cloud e WebSphere Commerce Express.

La piattaforma gestisce perfettamente vendite B2B e B2C, strategie multicanale, gestione degli ordini, marketing e advertising. Inoltre l’esperienza di IBM in ambienti di produzione con traffico elevato la rendono una soluzione sicura per business molto complessi e strutturati.

La personalizzazione della piattaforma è ai massimi livelli.

Kooomo

Kooomo ha visto la sua nascita quasi 20 anni fa e nel tempo è diventata leader del commercio online dell’abbigliamento. Kooomo offre una soluzione integrata che integra perfettamente B2B e B2C, multi-canalità, sistemi di pagamento, marketplaces, gestione ordini, magazzino prodotti ben integrata.

Una peculiarità fondamentale di Kooomo è il sistema collaborativo che gli sta intorno: dal design al marketing è possibile trovare un partner che si occupa di un area specifica e che è esperto della piattaforma e disposto alla collaborazione.

Come per WebSphere una soluzione con un elevatissima capacità di personalizzazione.

Magento

In una rassegna di piattaforme E-commerce Magento merita di certo di finire tra i posti più elevati. Una piattaforma open-source che nel tempo ha avuto una diffusione enorme, sia con la sua edizione Community che con la sua edizione Enterprise. Tra le due edizione c’è ovviamente un gap a volte notevole, ma entrambe condividono un solido motore di gestione dei prodotti.

Nella sua ultima versione, la 2, Magento ha fatto un passo verso la semplificazione, introducendo importanti migliorie al software. Come altre piattaforme aperte Magento vive di un sistema di Plugin e Temi, offrendo sterminate possibilità in termini di funzioni e di design.

La struttura di Magento prima della versione 2 l’ha reso famoso per essere una piattaforma E-commerce non facilmente personalizzabile.

Prestashop

Prestashop è un prodotto che viene dalla vicina Francia e che ha visto negli ultimi anni una rapida diffusione. La Francia con rigidi protocolli sulla sicurezza informatica ha fatto in modo che gli sviluppatori di Prestashop hanno creato un prodotto attento alla sicurezza.

Come per Magento e per le altre soluzioni opensource non ci sono limiti a quello che possiamo creare in questa piattaforma. Tuttavia il sistema di gestione dei prodotti soffre, come il resto della piattaforma, di una certa complessità nell’utilizzo che lo rendono una soluzione non adeguata alla gestione online.

WooCommerce

Nato come plugin di WordPress, in pochi hanno creduto in questa piattaforma. Oggi conta un motore di gestione prodotti molto veloce, una community attiva nella produzione di plugin e temi e si è dimostrato performante in molte situazioni.

Non possiamo parlare veramente di una piattaforma E-commerce quando parliamo di WooCommerce, tuttavia occorre ammettere che nell’ultimo anno sono stati fatti grandi passi avanti e la combo di WordPress+WooCommerce sta ottenendo ottimi risultati.

Se cercate la completa personalizzazione non è la soluzione per voi, tuttavia solo con WordPress + WooCommerce potete gestire al 100% un E-commerce senza avere particolari conoscenze web.

NopCommerce

Se molte piattaforme usano linguaggi come il PHP, NopCommerce è il vero baluardo della programmazione in ambiente Windows. La natura opensource di NopCommerce ha sempre stupito gli amanti del mondo di casa Redmond per molti anni l’emblema del software blindato e pagato profumatamente. La community intorno a questo prodotto e la relativa semplicità fanno di NopCommerce un’ottima soluzioni per aspiranti venditori online.

Shopify

“Me lo faccio io l’e-commerce!” con Shopify possiamo tutti diventare creatori del nostro negozio online. Questa piattaforma è interamente basata sul web, non dovete installare nulla ne gestire alcun server online. Fa tutto Shopify e se avete buon gusto e un po’ di pazienza potete ottenere ottimi risultati.

Come scegliere in mezzo a questa offerta così variegata?

Di certo la nostra lista non è esaustiva, ma rappresenta un mercato sempre più rigoglioso. Le necessità delle imprese online si vanno ogni giorno raffinando. Guardando al futuro diventa sempre più concreta anche la strada della soluzione auto-sviluppata per soddisfare le esigenze di velocità dei business moderni.

Volete parlarne con un esperto? Date un occhiata alla nostra pagina e-commerce!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: